FASCISMO E MUSICA - Vol.2

Le “Celebrazioni della Sardegna” del 1937 I temi e gli argomenti

Myriam Quaquero

ISBN
9788875418717
Prezzo speciale 14,54 € Prezzo predefinito 18,00 €
Disponibile

Le Celebrazioni della Sardegna del 1937 rappresentano una testimonianza importante sul rapporto contraddittorio del fascismo con la musica, ma anche una dimostrazione del forte richiamo esercitato dalla musica popolare.

A partire dal secondo dopoguerra, anche grazie al durissimo dibattito fluito dalle Celebrazioni, si creano le condizioni perché i musicisti possano davvero confrontarsi con i repertori della tradizione. È dal forte spirito identitario della Sardegna che sono poi scaturiti gli studi degli etnomusicologi Pietro Sassu e Ignazio Macchiarella, dei compositori Franco Oppo e Vittorio Montis e dei tanti giovani compositori, musicisti e studiosi appassionati della musica sarda cresciuti nelle loro scuole.

Se nel primo volume di Fascismo e musica si è visto come Mussolini non sia mai completamente caduto nella tentazione di creare un’effettiva “Arte di Stato”, il secondo volume dimostra l’importanza e l’attualità delle problematiche affrontate in campo musicale dal regime negli anni della proclamazione dell’Impero. L’ambigua trama che si snoda intorno a Casella e Malipiero, con le continue condanne del neoclassicismo e della musica moderna, è ripresa dalla relazione di Ennio Porrino al III Convegno Nazionale dei Musicisti, che si svolge a Cagliari nel corso delle Celebrazioni del 1937 ed è amplificata da ulteriori articoli dello stesso Porrino e di Francesco Santoliquido nei mesi immediatamente successivi. Ma in realtà, a dispetto di un’ultra pubblicizzata “autarchia” culturale, durante il ventennio fascista viene alla luce un paesaggio musicale ampio e articolato, dove si sviluppa una molteplicità di espressioni, tra le quali – anche per ragioni storiche e politiche – assume un ruolo speciale la musica popolare. 

Myriam Quaquero si è laureata in Filosofia a Cagliari e al DAMS di Bologna. Ha studiato Composizione con Franco Oppo, diplomandosi sotto la guida di Azio Corghi. Compositrice, negli anni Ottanta è stata cofondatrice dell’Associazione Spaziomusica. È stata titolare della Cattedra di Storia ed Estetica Musicale presso il Conservatorio di Cagliari, svolge attualmente attività musicologica ed è giornalista pubblicista.
Per l’Associazione Ricercare Musica ha scritto I Rachele, una famiglia per la musica (1999-2000) e La Cappella Civica di Cagliari (2002). Per l’Editore Carlo Delfino ha pubblicato Nicolò Oneto (2000), Ennio Porrino (2010) e ha seguito la riedizione del Diorama della Musica in Sardegna (2003). Per l’Editore Delfino è anche la curatrice del progetto Musiche e Musicisti in Sardegna, nell’ambito del quale ha dato alle stampe con Antonio Ligios il volume Cappelle, teatri e istituzioni musicali tra Sette e Ottocento e sta per pubblicare Il Novecento e l’età contemporanea.

cm. 10 x 16,5, pp. 182, ill. bn, copertina con alette
Maggiori Informazioni
Autore Myriam Quaquero
Sottotitolo Le “Celebrazioni della Sardegna” del 1937 I temi e gli argomenti
ISBN 9788875418717
Anno di edizione 2022
Colore Naturale
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account