UN UFFICIALE ASBURGICO TRA FEDELTÀ E PATRIA SLOVENA

Dal fronte galiziano al poligono di Opicina (1915-1944)

Stanislav Dekleva

ISBN
9788875415303
19,00 €
Disponibile
Il memoriale inedito dell’ufficiale austriaco di lingua slovena Stanislav Dekleva non è solo uno dei tanti diari di guerra. È bensì un racconto avvincente che vede il suo protagonista spostarsi dalla Galizia al ghiacciaio della Marmolada, nel corso di tutta la Grande Guerra, rivelando intuizioni geniali e brillanti azioni. È lui che “inventa” i famosi tunnel di ghiaccio che rendono gli spostamenti veloci e imprevisti tra seracchi e posizioni di prima linea. Questa ricerca racconta anche il difficile dopoguerra vissuto da antifascista sloveno culminato nell’eccidio di Opicina in cui perse la vita.

Roberto Todero, ricercatore storico, esperto di uniformologia e storia asburgica, collabora con svariate associazioni italiane ed estere, ed è socio fondatore della Associazione Culturale F. Zenobi di Trieste. Ha organizzato mostre in Italia e all’estero. Per la Gaspari ha pubblicato: Dalla Galizia all’Isonzo (2006); I fanti del litorale austriaco sul fronte orientale (2014) e Fortezza Hermada (2017).

Marina Rossi, è stata docente a contratto presso le cattedre di Storia dei Paesi Slavi delle Università di Trieste e Venezia. Autrice di numerosi saggi è particolarmente nota, anche all’estero, per gli studi riguardanti il fronte orientale e le prigionie in Russia nel corso dei due conflitti mondiali. Tra i volumi più importanti: I prigionieri dello zar (Mursia, 1997); Le Streghe della notte. Storia e testimonianze dell’aviazione femminile in URSS (1941-1945) (Unicopli, 2003); L’armata rossa al confine orientale 1941-1945 (LEG Gorizia 2015).

Pp. 192, ill. b/n, formato 16,5 x 24.
Maggiori Informazioni
Autore Stanislav Dekleva
Sottotitolo Dal fronte galiziano al poligono di Opicina (1915-1944)
ISBN 9788875415303
Anno di edizione 2019
Colore Naturale
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account