UN ANNO AL COMANDO DEL IV CORPO D'ARMATA

Il memoriale dell'unico generale che pagò per Caporetto a cura di Andrea Ungari

Alberto Cavaciocchi

ISBN
88-7541-051-8
Prezzo speciale 12,33 € Prezzo predefinito 14,50 €
Non Disponibile
L'errata concezione strategica del Comando Supremo fu la ragione non dello sfondamento, inevitabile, ma della rotta di Caporetto, come documentò fin dagli anni '30 il generale Roberto Bencivenga e più tardi Piero Pieri. Alberto Cavaciocchi, generale, storico e intellettuale, analizza nel suo memoriale la battaglia più importante della storia militare italiana, ribaltando l'accusa di vigliaccheria affrettatamente lanciata contro i soldati dal Comandante in Capo. Gentiluomo, fu l'unico tra i generali sconfitti a prendere le difese dei soldati. Discusso protagonista di quelle giornate - tanto da venire destituito dal comando del IV Corpo d'Armata, mentre nel 1918 Diaz pose il veto sull'accertamento delle eventuali responsabilità del suo braccio destro Badoglio -, a Cavaciocchi fu data la colpa di Caporetto, senza che trovasse nessuno che lo difendesse. Sepolto in un archivio per ottant'anni, questo scritto assume oggi una particolare importanza in quanto anche Cavaciocchi aveva individuato il vero responsabile della battaglia perduta.
pp.220, 14 x 21 cm, illustrato; rilegato a filo refe.
Maggiori Informazioni
Autore Alberto Cavaciocchi
Sottotitolo Il memoriale dell'unico generale che pagò per Caporetto a cura di Andrea Ungari
ISBN 88-7541-051-8
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account