RICORDI DI PRIGIONE

Dell'unico superstite dei condannati di Mantova un capitolo sconosciuto della storia veneta e lombarda

Luigi Pastro

ISBN
88-7541-147-6
Prezzo speciale 12,33 € Prezzo predefinito 14,50 €
Disponibile
A cura di Enzo Raffaelli Un capitolo sconosciuto della storia veneta e lombarda è quello dei veneti e dei lombardi impiccati e condannati nei processi di Venezia e di Mantova tra il 1851 e il 1853: i famosi Martiri di Belfiore tra cui Tito Speri e Pier Fortunato Calvi. L'unico superstite dei condannati di Mantova fu il medico trevisano Luigi Pastro che per due anni rimase in completo isolamento - senza libri, senza penna e in catene - in una cella del castello di Mantova rifiutando di confessare alcunché, mentre tutti gli altri suoi complici cedevano, confessavano e venivano impiccati. Il medico trevisano resistette oltre ogni immaginazione scrivendo una pagina emblematica del Risorgimento che la storiografia aveva dimenticato.
Enzo Raffaelli é presidente del Comitato Trevigiano dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano ha scritto: In fuga da Caporetto (2008); e una trentina di saggi sulla storia del Risorgimento.
14x21 cm; pp.244; illustrato a col. e bn, rilegato a filo refe.
Maggiori Informazioni
Autore Luigi Pastro
Sottotitolo Dell'unico superstite dei condannati di Mantova un capitolo sconosciuto della storia veneta e lombarda
ISBN 88-7541-147-6
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account