Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Iscriviti ai Feed RSS

Storia sociale e Sociologia

Articoli da 1 a 6 di 24 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. LA GRANDE CARESTIA DEL 1813-1817 IN FRIULI - L'ultima grande crisi di sussistenza del mondo occidentale

    LA GRANDE CARESTIA DEL 1813-1817 IN FRIULI

    € 24,00

    "L'ultima grande crisi di sussistenza del mondo occidentale", così la definì lo storico John Post. Tuttavia sulla carestia causata dall'eruzione del vulcano Tambora, che colpì una buona parte del pianeta negli anni 1816-1817, la storiografia italiana a differenza di quella di altri Paesi ha prodotto una serie limitata di studi. Questo è il primo libro che documenta gli effetti di tale accadimento in Friuli: il risultato è che la regione fu vittima di una catastrofe demografica di tale portata che neppure le due guerre mondiali sommate assieme sono riuscite ad eguagliare. Il racconto di questo evento epocale prende l’avvio dai registri parrocchiali e passa ad analizzare i movimenti demografici di 170 paesi dell’Italia del Nord Est in un racconto che porta il lettore a una piena consapevolezza della vicenda storica che segnò l'Ottocento, soprattutto dell'emigrazione. Per saperne di più
  2. Liliana Cargnelutti, Elena Commessatti - «SIAMO TUTTI DENTRO LA VITA», Dalla Casa di ricovero a La Quiete di Udine (1847-2017)

    «SIAMO TUTTI DENTRO LA VITA»

    € 29,00

    «Siamo tutti dentro la vita» è un’affermazione che nasce da un moto dell’animo, comune a tutti, e dà il senso a questo lavoro. Due firme - Liliana Cargnelutti, storica e studiosa “delle carte” e una scrittrice, Elena Commessatti - a dare voce alla sensibilità che non conosce datazione quando è autentica. Due visioni della stessa onda lunga di virtù e beneficenza, che sin dall’origine, 1847, accompagna la nascita della Casa di ricovero a Udine, fino ai giorni nostri, all’attuale La Quiete. Sono centosettanta anni narrati con attenzione, dentro la storia e la trasformazione di un istituto che nasce per accogliere i poveri e i bisognosi e attualmente ospita gli anziani. L’intreccio è accuratamente ricostruito da Liliana Cargnelutti, attraverso fonti storiche inedite, suggestivo materiale d’archivio e un generoso corredo iconografico a esaltarne la trama. Elena Commessatti, con la sua penna intensa, insegue le tracce del passato dentro un luogo ad alta e viva densità narrativa, e con lei fuoriescono dalle pagine conversazioni di autentica forza, come l’esclusiva intervista con Beppino Englaro, padre di Eluana, la ragazza morta dentro La Quiete il 9 febbraio 2009, dopo diciassette anni di stato vegetativo permanente. Il suo caso ha reso La Quiete e la città di Udine esempio di coraggioso intervento all’interno di una delle battaglie civili più importanti sui diritti umani: quella sul fine-vita. «Siamo tutti dentro la vita» è anche il senso della poetica conversazione dell’autrice con Pino Roveredo, importante scrittore da sempre attento agli ultimi, ai sofferenti, ai puri di cuore, e del percorso tracciato nella lunga storia di filantropia cittadina, insieme al delicato tratteggio di figure come Elda Morpurgo ed Enrico Hofmann, Angelo Morelli de Rossi raccontato attraverso le parole della moglie Anna Maria Frangipane. Per saperne di più
  3. Paolo Mosanghini - (S)BADANTI, Le peripezie di Ludmilla e nonna Rosa. Cosa succede quando in casa serve un aiuto

    (S)BADANTI

    € 14,50

    Chi non conosce un nonno o una nonna assistiti da una signora che non è di famiglia? Da questi rapporti nascono tanti episodi. Belli e meno belli, simpatici o no, curiosi, veri, caricaturali, sorprendenti. Tanti spunti rubati alla quotidianità, scritti in racconti e fissati dalle vignette satiriche del giovane illustratore Edoardo Paolino Zuliani, per affrontare l’argomento da un’angolatura nuova e anche per sorridere assieme alle stesse badanti, donne che con sacrificio lasciano per mesi le proprie famiglie per entrare nelle nostre. Per saperne di più
  4. Guido Magenta - L'ITALIA IN TRENO - Vol.2

    L'ITALIA IN TRENO - Vol.2

    € 29,00

    I 150 anni delle ferrovie italiane raccontati dai grandi illustratori Achille Beltrame, Walter Molino, Vittorio Pisani, Rino Ferrari, Aldo Raimondi e Ugo Matania. Un’affascinante storia anche per gli aspetti tecnici e ingegneristici del decollo industriale italiano e della vita sociale legata al treno. Guido Magenta ci regala ancora un viaggio nell’epoca “gloriosa” dei primi anni della ferrovia italiana, attraverso le immagini ed i disegni che hanno immortalato le ferrovie e che ne hanno alimentato l’immagine del progresso che rappresentavano allora e, che ancora oggi, interpretano. Per saperne di più
  5. roiello perduto

    ALLA RICERCA DEL ROIELLO PERDUTO

    € 15,00

    Nell'aprile del 2011 nasce il Comitato Amici del Roiello di Pradamano ad opera di un gruppo di cittadini dei paesi di Pradamano e Lovaria e del quartiere di San Gottardo (Udine). Questi volontari si auto-organizzano per conseguire un primo fondamentale risultato: far fluire nuovamente l'acqua lungo quell'antichissimo alveo artificiale. Oggi il Roiello ha ripreso a scorrere e con esso le parole che lo raccontano. Ecco allora le testimonianze e le immagini che danno vita ad un corso d'acqua capace di rendersi utile anche nel terzo millennio, d'essere segno di riconoscimento e d'appartenenza. Per saperne di più
  6. L'Italia in treno - Guido Magenta

    L'ITALIA IN TRENO - Vol.1

    € 29,00

    150 anni delle ferrovie italiane raccontati dai grandi illustratori Achille Beltrame, Walter Molino, Vittorio Pisani, Rino Ferrari, Aldo Raimondi e Ugo Matania. Un'affascinante storia anche per gli aspetti tecnici e ingegneristici del decollo industriale italiano e della vita sociale legata al treno. La ferrovia ha segnato in profondità la storia d'Italia ed è stata un elemento fondamentale nella costruzione dell'identità nazionale. Fattore di progresso non solo tecnologico ma anche economico e sociale, il treno ha costruito legami, ha messo in comunicazione genti, paesi e città ed ha rappresentato, in molte zone del Paese, la prima concreta presenza dello Stato Italiano. I treni, le stazioni, gli infiniti binari che venivano srotolati in ogni angolo della penisola, le ardite opere d'ingegneria sono stati i simboli audaci della forza di un popolo che lavorava alla costruzione di quell'identità nazionale necessaria per affrontare le sfide della modernità. (dalla Prefazione di Mauro Moretti) Per saperne di più

Articoli da 1 a 6 di 24 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente