Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Nikolajewka

Articoli da 1 a 6 di 7 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. PRIGIONIERI DELLA STEPPA, La storia della Celere e del 3° reggimento bersaglieri in Russia - Giovanni Di Girolamo

    PRIGIONIERI DELLA STEPPA

    € 19,00

    Il volume che fa conoscere l’eroismo italiano sul Don. Se la storia degli alpini nella campagna di Russia è ben documentata dai racconti di Mario Rigoni Stern, Giulio Bedeschi, Nuto Revelli, Carlo Vicentini e Nelson Cenci, quella del 3° reggimento bersaglieri della divisione Celere non era stata mai scritta con tale dovizia di particolari, analizzando in dettaglio gli eventi che sancirono il suo sacrificio e la sorte dei protagonisti. Si trattò di un reparto d’élite: circa 3.000 bersaglieri comandati da un veterano della Grande Guerra, eroe sul Montello, il novarese Aminto Caretto, e confortati dal cappellano militare Giovanni Mazzoni, aretino, l’unico cappellano che fu decorato con due medaglie d’oro. Soldati che meritano 6 medaglie d’oro, 135 medaglie d’argento, 251 medaglie di bronzo e 289 croci di guerra: un’epopea. La narrazione è coniugata con una documentazione fotografica inedita. Per saperne di più
  2. L’ISBA DEL TENENTE CIANCETTI, Memorie della campagna di Russia

    L’ISBA DEL TENENTE CIANCETTI

    € 14,50

    Il diario narra il terribile inverno del 1942-1943 quando la divisione Cosseria viene investita dalla controffensiva russa e quando i reparti della divisione Tridentina, dopo aver sfondato l’accerchiamento a Nikolajevka, riuscirono a mettersi in salvo. Un diario ricchissimo di fotografie originali, di lettere alla famiglia e di testimonianze che richiama la forza narrativa di Mario Rigoni Stern. Per saperne di più
  3. IL FRONTE RUSSO NELLE LETTERE DI UN ALPINO DELLA JULIA

    IL FRONTE RUSSO NELLE LETTERE DI UN ALPINO DELLA JULIA

    € 15,00

    Enorme è il tributo pagato dai figli della nostra Terra in questa immane sciagura, che Papa Benedetto XV definì inutile strage. Tanti giovani hanno perso la vita e non sono più tornati alle loro famiglie; hanno lasciato i loro affetti, le loro mamme, le loro spose... Stelio è uno di questi, ed è anche dalle sue lettere raccolte in questo piccolo lavoro che deve partire un messaggio forte e deciso: basta con le guerre! Per saperne di più
  4. LA FAME DEI VINTI - Luigi Venturini

    LA FAME DEI VINTI

    € 16,50

    Prefazione di Giorgio Rochat. Presentazione di Pietro Nonis. Mentre settantamila soldati italiani dell'ARMIR marciavano verso i campi di prigionia sulle piste gelate del terribile inverno russo 1942-43, il tenente colonnello di pubblica sicurezza F. Celnokov inviava al maggior generale Petrov, capo della direzione per gli affari dei prigionieri di guerra della N.K.V.D., il seguente promemoria relativo alla regione di Voronez: "Sono arrivato al fronte per constatare quale caos incredibile regnasse sia nel campo per prigionieri n° 81 nella borgata di Chrenovoe, che nei posti di raccolta. I prigionieri di guerra venivano scortati dai reparti militari fino al campo n° 81 nella totale inosservanza delle più elementari norme di sgombero: erano stati costretti a percorrere a piedi duecento-trecento chilometri con una temperatura di 35° sotto zero senza ricevere alcun cibo per sette-otto giorni...". Negli anni si è parlato poco e distrattamente dei prigionieri di cui fa menzione il colonnello Celnokov. I racconti dei superstiti venivano ascoltati con sufficienza, pensando mentalmente "...poveretti stanno esagerando per farsi compatire...". Luigi Venturini, sfuggito miracolosamente all'inferno di Chrenovoe, racconta in questo diario del 1946, le sofferenze disumane che portarono sessantamila nostri prigionieri di guerra nelle fosse comuni dei campi di prigionia dell'Unione Sovietica. Per saperne di più
  5. BIANCHI MILES COME MULI - Alfredo Dini

    BIANCHI MILES COME MULI

    € 15,00

    La ritirata dalla Russia nelle memorie di un testimone. Autista dei camion Miles, prigioniero per 35 mesi in Russia, Alfredo Dini racconta la ritirata da un'angolazione diversa. L’umanità è ricca di tanti artisti le cui creazioni non hanno raggiunto la cronaca o il successo. Tanti capolavori rimasti in un angolo. La storia dell’umanità è intrinseca di vite di individui la cui memoria, il cui racconto è un’eredità che permette alle generazioni più giovani di comprendere meglio la loro storia. Anche in questo caso, tanti pezzi si storia dell’umanità non vengono alla luce perché le storie ed i racconti di tanti individui non trovano il modo di essere trasmessi. Perché dimenticati in un angolo del cuore o perché dimenticati in un cassetto. Uno dei pregi del libro di Alfredo è proprio quello di raccontare la verità. Una verità talmente dura da scorticare le nostre anime. (Dalla premessa di Massimo Toschi) Per saperne di più
  6. Diotalevio Leonelli - L’ALPINO DALLE SETTE VITE SUL FRONTE RUSSO

    L’ALPINO DALLE SETTE VITE SUL FRONTE RUSSO

    € 14,80

    Diotallevio Leonelli, alpino della Julia classe 1921, romagnolo, racconta la campagna di Russia 1942-1943. Soprattutto la battaglia di Nikolajewka. Prefazione di Corrado Perona, presidente nazionale ANA. Per saperne di più

Articoli da 1 a 6 di 7 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente