Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Memorie

Articoli da 1 a 6 di 21 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. IL DIRITTO DI PARLARE, Paola Del Din, una vita in prima linea dalla Resistenza alla Guerra Fredda - Andrea Romoli

    IL DIRITTO DI PARLARE

    € 12,50

    Paola Del Din (Pievi di Cadore, 1923), Medaglia d'Oro al Valor Militare, già insegnante di lettere, paracadutista, patriota militante nelle file della brigata Osoppo dal 1943 al 1945, figlia, sorella e moglie di alpini, racconta un pezzo di storia italiana vista attraverso gli ideali e con gli occhi di una famiglia che amava l'Italia più di se stessa. Andrea Romoli (Gorizia, 1968) oggi è un giornalista e inviato del Tg2 RAI. Capitano di complemento dell'Esercito ha partecipato alle missioni in Iraq, Afghanistan, Bosnia, Libano e Albania, dove ha lavorato con il 28° Reggimento Pavia, Unità del Comando Forze Speciali dell'Esercito deputata alla Comunicazione Operativa. Ha pubblicato due edizioni de L'ultimo testimone - Storia dell'agente segreto Sergio Cionci per i tipi de "Il Giornale" e della Gaspari editore con cui ha pubblicato anche L'assedio di Gorizia. Per saperne di più
  2. Le pietre della memoria, a cura di Paolo Nicoloso, Gaspari, 2015

    LE PIETRE DELLA MEMORIA

    € 18,50

    Dodici monumenti dislocati sul confine orientale per ricordare le due guerre mondiali, progettati e costruiti nell'arco di 80 anni. Architetture volute per rimanere nel tempo, per tramandare ai posteri la memoria della guerra e per modellare l'identità dei popoli. Ma le memorie, anche se scolpite nel granito più duro, non sono né stabili né oggettive, variano e dipendono dal contesto, dai rapporti di potere, dalle relazioni sociali, dai regimi politici, dalle ideologie. Sono soggette a oblii oppure vengono gonfiate. Il libro ricostruisce le vicende progettuali di ogni singola opera, per risalire ai significati originari proposti da queste macchine della memoria. Dodici monumenti come stanze allineate lungo un secolo, che narrano altrettante storie diverse di un passato riscritto nella pietra.

    Per saperne di più
  3. Andrea Romoli - L’ULTIMO TESTIMONE

    L’ULTIMO TESTIMONE

    € 15,00

    L’unico libro sullo spionaggio italiano durante la Guerra Fredda. L’agente segreto non è un militare, ma un giovane, uno dei 28 mila italiani che lasciarono Pola. I documenti inediti – talvolta sorprendenti – e il suo racconto permette di conoscere vicende e retroscena non reperibili in nessun archivio. Senza questo memoriale, la storia avrebbe una pagina bianca o, peggio, avrebbe generato leggende. Un mondo scomparso senza lasciare traccia di sé viene tratteggiato in maniera minuziosa e attenta, ma anche con un velo d’ironia. Per saperne di più
  4. GIOVANI COMBATTENTI PER LA LIBERTÀ - Fabio Verardo

    GIOVANI COMBATTENTI PER LA LIBERTÀ

    € 14,00

    Per la prima volta la vita e le azioni di tre partigiani della Osoppo vengono analizzate alla luce di preziosi e inediti documenti d’archivio. La vita e la personalità di tre friulani ventenni che seppero combattere quando era necessario, pagando anche con la vita la dedizione al proprio ideale di libertà. Prefazione di Paola Del Din, l’unica donna italiana insignita della medaglia d’oro al valor militare e sorella di Renato. Per saperne di più
  5. 1957. UN ALPINO ALLA SCOPERTA DELLE FOIBE - Mario Maffi

    1957. UN ALPINO ALLA SCOPERTA DELLE FOIBE

    € 15,80

    Cinquant’anni dopo, i ricordi della ”missione segreta” emergono dalla memoria di Mario Maffi e si trasformano in racconto scritto, inseriti in una rapida rivisitazione autobiografica a tutto campo. “Scendere” in una foiba è come scendere nella storia, cogliendola in uno dei suoi momenti più spietati: i crani mescolati alla ruggine di una bicicletta, le ossa sparse tra cocci di vetro e pagliericci, sono una visione infernale. Per metà tomba e per metà discarica, la foiba rappresenta il rovesciamento dei valori, l’umiliazione dei corpi morti che si aggiunge alla ferocia sui vivi. È una pagina in più che ci restituisce i contorni di una tragedia lontana, attorno alla quale c’è ancora tanto da studiare e da scoprire: una pagina che porta anche noi lettori al fondo della “foiba”, con la suggestione inquietante di un buio carico di significati e di simboli. (dalla Prefazione di Gianni Oliva) Per saperne di più
  6. LA FAME DEI VINTI - Luigi Venturini

    LA FAME DEI VINTI

    € 16,50

    Prefazione di Giorgio Rochat. Presentazione di Pietro Nonis. Mentre settantamila soldati italiani dell'ARMIR marciavano verso i campi di prigionia sulle piste gelate del terribile inverno russo 1942-43, il tenente colonnello di pubblica sicurezza F. Celnokov inviava al maggior generale Petrov, capo della direzione per gli affari dei prigionieri di guerra della N.K.V.D., il seguente promemoria relativo alla regione di Voronez: "Sono arrivato al fronte per constatare quale caos incredibile regnasse sia nel campo per prigionieri n° 81 nella borgata di Chrenovoe, che nei posti di raccolta. I prigionieri di guerra venivano scortati dai reparti militari fino al campo n° 81 nella totale inosservanza delle più elementari norme di sgombero: erano stati costretti a percorrere a piedi duecento-trecento chilometri con una temperatura di 35° sotto zero senza ricevere alcun cibo per sette-otto giorni...". Negli anni si è parlato poco e distrattamente dei prigionieri di cui fa menzione il colonnello Celnokov. I racconti dei superstiti venivano ascoltati con sufficienza, pensando mentalmente "...poveretti stanno esagerando per farsi compatire...". Luigi Venturini, sfuggito miracolosamente all'inferno di Chrenovoe, racconta in questo diario del 1946, le sofferenze disumane che portarono sessantamila nostri prigionieri di guerra nelle fosse comuni dei campi di prigionia dell'Unione Sovietica. Per saperne di più

Articoli da 1 a 6 di 21 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente