Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Iscriviti ai Feed RSS

Seconda Guerra Mondiale

Articoli da 19 a 24 di 35 totali

per pagina
Pagina:
  1. 2
  2. 3
  3. 4
  4. 5
  5. 6

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. Diotalevio Leonelli - L’ALPINO DALLE SETTE VITE SUL FRONTE RUSSO

    L’ALPINO DALLE SETTE VITE SUL FRONTE RUSSO

    € 14,80

    Diotallevio Leonelli, alpino della Julia classe 1921, romagnolo, racconta la campagna di Russia 1942-1943. Soprattutto la battaglia di Nikolajewka. Prefazione di Corrado Perona, presidente nazionale ANA. Per saperne di più
  2. Tivadar Soros - BALLO IN MASCHERA A BUDAPEST

    BALLO IN MASCHERA A BUDAPEST

    € 18,00

    Ballo in maschera a Budapest descrive le traversie di una gran parte del popolo ebraico, durante dieci mesi di occupazione nazista dell’ungheria. Il vecchio Soros, con l’intelligenza e l’astuzia affinate nel periodo trascorso in Siberia, riesce a salvare i suoi cari ma anche centinaia di altre famiglie ebraiche con soluzioni rocambolesce che tengono il lettore con il fiato sospeso sino all’ultima riga. Per saperne di più
  3. L'INCENDIO DEL TEVERE - Fabio Della Seta

    L'INCENDIO DEL TEVERE

    € 13,40

    La storia degli allievi e dei docenti della Scuola Ebraica di Roma negli anni delle persecuzioni razziali, raccontata con sereno distacco e fine umorismo da uno dei protagonisti. Nella narrazione di Fabio Della Seta emergono come personaggi alcuni dei nomi importanti della cultura italiana di questo scorcio di secolo. Per saperne di più
  4. Carlo Vicentini - IL SACRIFICIO DELLA JULIA IN RUSSIA

    IL SACRIFICIO DELLA JULIA IN RUSSIA

    € 14,50

    Prefazione di Giorgio Rochat Cosa ha fatto la Julia di così importante? È questo che il volume racconta. Lo schema è l'asciutto diario degli avvenimenti di quei giorni, accompagnato dalle cifre significative, da cartine e schemi che informano visivamente e completato con le testimonianze dei protagonisti, le sole che possano far rivivere lo scenario drammatico e far entrare nello stato d'animo e la tensione di chi vi ha partecipato. Il libro mette in risalto quale enorme compito strategico seppe adempiere la Julia in avverse ed eccezionali condizioni di terreno, climatiche, tattiche e logistiche. Fa capire, con quale profondo senso di responsabilità abbiano combattuto e si siano sacrificati i suoi uomini, sapendo che avevano nelle loro mani la sorte degli alpini delle altre due Divisioni, la Tridentina e la Cuneense ed i fanti della Vicenza. Per saperne di più
  5. TRA DUE GUERRE

    TRA DUE GUERRE

    € 12,00

    Guerrino Tosatto, trevisano, non conobbe suo padre morto nella Grande Guerra e, come capitò a tutti i figli di coloro che combatterono la guerra che sancì la fine dell’Europa delle dinastie, ebbe la sorte di combattere la guerra seguente figlia anch’essa della prima. Siccome era un po’ ribelle alla disciplina militare venne aggregato al Gruppo Tattico Scotti e partecipò nei primi mesi del 1943 alla battaglia di Kljuna – passata alla storia come l’offensiva di Tito sulla Neretva. Conobbe quindi le efferatezze di una guerra fra partigiani, tedeschi, cetnici e camicie nere. Riuscì a fuggire rubando la Balilla del colonnello Scotti. Da buon trevigiano era animato infatti da uno spirito goliardico – a volte al limite dell’incoscienza – che traspare nel racconto della ritirata, della prigionia in Austria dopo l’8 settembre, nella fuga dal campo e nella seguente prigionia nell’esercito sovietico: le avventure di una generazione, vissuta tra le due guerre, che ha poi ricostruito l’Italia. Per saperne di più
  6. Giorgio Rochat - LE GUERRE ITALIANE IN LIBIA E IN ETIOPIA DAL 1896 AL 1939

    LE GUERRE ITALIANE IN LIBIA E IN ETIOPIA DAL 1896 AL 1939

    € 14,80

    Per una di quelle bizzarre assurdità che la storiografia fa fatica a estirpare è invalso nel mondo accademico il pregiudizio che l’italiano sia un popolo non guerriero e che se in Italia non ci fosse una letteratura – come scrissero Alberto Asor Rosa e Mario Isnenghi – ispirata alla guerra, verrebbe da pensare che gli italiani siano stati solo gelatai, inventori e artisti. Tuttavia la storia delle battaglie e delle guerre non fa parte né della formazione degli insegnanti, né dei programmi scolastici della Repubblica: una pesante incoerenza nella formazione di cittadini consapevoli della loro storia nazionale in quanto fin dai decenni del Regno d’Italia e per oltre mezzo secolo, il 23,7% delle spese dello stato fu destinato agli armamenti e solo 22,8% per l’economia nazionale, istruzione, assistenza, amministrazione e opere pubbliche; e di guerre e battaglie cruente gli italiani ne fecero tanche che, tranne brevi periodi, l’Italia fu sempre in guerra e non si può capire la sua storia senza fare dettagliatamente la storia delle battaglie, della struttura dell’esercito, delle guerre. Non farlo significa non descrivere e interpretare la realtà storica. In questo libro Rochat tratta delle guerre coloniali: la battaglia di Adua, la conquista della Tripolitania e della Cirenaica, la repressione della resistenza nel Gebel dal 1927 al 1931, la lunga guerra d’Etiopia dal 1935 al 1940 e poi l’analisi dell’aereonautica e l’uso dei gas in Somalia e in Etiopia, per finire con la repressione seguita all’attentato a Graziani in Abissinia. Una trattazione avvincente con rigorose analisi e conclusioni che si connotano come la base da cui partire per le ricerche future. Per saperne di più

Articoli da 19 a 24 di 35 totali

per pagina
Pagina:
  1. 2
  2. 3
  3. 4
  4. 5
  5. 6

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente