LA FAME DEI VINTI

Diario di prigionia in Russia di un sergente della Julia

Luigi Venturini

ISBN
88-86338-93-7
Prezzo speciale 14,03 € Prezzo predefinito 16,50 €
Disponibile
Prefazione di Giorgio Rochat. Presentazione di Pietro Nonis. Mentre settantamila soldati italiani dell'ARMIR marciavano verso i campi di prigionia sulle piste gelate del terribile inverno russo 1942-43, il tenente colonnello di pubblica sicurezza F. Celnokov inviava al maggior generale Petrov, capo della direzione per gli affari dei prigionieri di guerra della N.K.V.D., il seguente promemoria relativo alla regione di Voronez: "Sono arrivato al fronte per constatare quale caos incredibile regnasse sia nel campo per prigionieri n° 81 nella borgata di Chrenovoe, che nei posti di raccolta. I prigionieri di guerra venivano scortati dai reparti militari fino al campo n° 81 nella totale inosservanza delle più elementari norme di sgombero: erano stati costretti a percorrere a piedi duecento-trecento chilometri con una temperatura di 35° sotto zero senza ricevere alcun cibo per sette-otto giorni...". Negli anni si è parlato poco e distrattamente dei prigionieri di cui fa menzione il colonnello Celnokov. I racconti dei superstiti venivano ascoltati con sufficienza, pensando mentalmente "...poveretti stanno esagerando per farsi compatire...". Luigi Venturini, sfuggito miracolosamente all'inferno di Chrenovoe, racconta in questo diario del 1946, le sofferenze disumane che portarono sessantamila nostri prigionieri di guerra nelle fosse comuni dei campi di prigionia dell'Unione Sovietica.
14x21; 20 illustrazioni, pp. 182.
Maggiori Informazioni
Autore Luigi Venturini
Sottotitolo Diario di prigionia in Russia di un sergente della Julia
ISBN 88-86338-93-7
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account