Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

LA DAMNATIO AD METALLA

LA DAMNATIO AD METALLA

Storie di prigionieri dell’impero austro-ungarico nella Sardegna della prima guerra mondiale

Giorgio Madeddu

Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 24,00
Condividi:

Questo volume vale 24 Punti Gaspari.

Se il trattamento riservato ai prigionieri italiani nei campi di concentramento dell’impero asburgico, fu brutale e oppressivo, quello subito dai prigionieri austro-ungarici in Sardegna fu altrettanto impietoso. Dall’Asinara a Monte Narba, da Monteponi a Terras de Collu, questo libro lo racconta con dati ed episodi legati allo sfruttamento del lavoro da parte delle Società minerarie e delle Imprese agricole, paese per paese: una ricerca che copre una lacuna della storia di una guerra che cambiò il volto dell’Europa.
LA DAMNATIO AD METALLA - Storie di prigionieri dell’impero austro-ungarico nella Sardegna della prima guerra mondiale - Giorgio Madeddu

Note biografiche sull'autore

Giorgio Madeddu, nato a Iglesias, fa parte del Comitato sardo Centenario Grande Guerra, Comitato Iglesiente Centenario Grande Guerra, Associazione Mineraria Sarda.

Ulteriori informazioni

Autore Giorgio Madeddu
Titolo LA DAMNATIO AD METALLA
Sottotitolo Storie di prigionieri dell’impero austro-ungarico nella Sardegna della prima guerra mondiale
Altre info No
Editore No
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: No
Approfondimenti No
ISBN 9788875415990
Anno di edizione 2018
Data inserimento 03/ago/2018
Prezzo € 24,00
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
Colore Naturale
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }