L’ULTIMO TESTIMONE

Storia dell’agente segreto Sergio Cionci e degli istriani nella Guerra Fredda

Andrea Romoli

ISBN
978-887541-360-7
Prezzo speciale 12,00 € Prezzo predefinito 15,00 €
Disponibile
L’unico libro sullo spionaggio italiano durante la Guerra Fredda. L’agente segreto non è un militare, ma un giovane, uno dei 28 mila italiani che lasciarono Pola. I documenti inediti – talvolta sorprendenti – e il suo racconto permette di conoscere vicende e retroscena non reperibili in nessun archivio. Senza questo memoriale, la storia avrebbe una pagina bianca o, peggio, avrebbe generato leggende. Un mondo scomparso senza lasciare traccia di sé viene tratteggiato in maniera minuziosa e attenta, ma anche con un velo d’ironia.
Andrea Romoli (Gorizia 1968) giornalista Rai, capitano della Riserva, dal 2001 al 2012 è stato impiegato per sette turni di missione in Libano, Afghanistan, Iraq, Bosnia e Kosovo. Ha pubblicato il romanzo Gli ultimi giorni del confine orientale (Edizioni della Laguna, 2004) e Il sistema dei media nell’Afghanistan occidentale. Sergio Cionci (Pola 1922), allievo ufficiale della regia aeronautica e partigiano nelle formazioni antifasciste in Istria, dopo la guerra è stato direttore amministrativo d’industrie nel Goriziano e collaboratore fisso dell’”Arena di Pola”. Dal 1947 al 1952 è stato agente dei servizi segreti italiani operativo tra Trieste e l’Istria.
Ril., ill.,16,5 x 24, pp.178
Maggiori Informazioni
Autore Andrea Romoli
Sottotitolo Storia dell’agente segreto Sergio Cionci e degli istriani nella Guerra Fredda
Altre info Prefazione di Gianni Oliva
ISBN 978-887541-360-7
Anno di edizione 2014
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account