Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

INDUSTRIALI TRADITORI

INDUSTRIALI TRADITORI

Lo scandalo dei cascami di seta e di cotone nel 1918

Antonio Fiori

Recensisci per primo questo prodotto

Disponibilità: Disponibile

€ 14,00
Condividi:

Questo volume vale 14 Punti Gaspari.

Nel febbraio 1918 un Paese già provato dalle conseguenze di Caporetto scoprì che i soldati austro-ungarici avevano sparato contro quelli italiani utilizzando munizioni confezionate con i cascami di seta e di cotone esportati dai cotonifici italiani con la complicità o addirittura il consenso di politici e amministratori. Stava per essere travolto il governo, coinvolgendo una intera classe dirigente e la stessa politica di guerra, ma l’intervento massiccio della censura occultò la gravità e le dimensioni dello scandalo, ricostruito ora dopo un secolo di quasi totale oblio.
INDUSTRIALI TRADITORI, Lo scandalo dei cascami di seta e di cotone nel 1918

Note biografiche sull'autore

Antonio Fiori, archivista di Stato e storico, si è occupato di storia dell’Itala liberale. Ha pubblicato alcuni studi innovativi sulla prima guerra mondiale, in particolare sulla censura e sui servizi di intelligence.

Ulteriori informazioni

Autore Antonio Fiori
Titolo INDUSTRIALI TRADITORI
Sottotitolo Lo scandalo dei cascami di seta e di cotone nel 1918
Altre info No
Editore No
Disponibile anche in eBook su tutti i lettori: No
Approfondimenti No
ISBN 9788875416058
Anno di edizione No
Data inserimento 08/mag/2018
Prezzo € 14,00
Prezzo prenotazione No
Video No
Variante colore copertina No
Colore Naturale
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }