Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Fiume

3 Articolo(i)

per pagina

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. D’ANNUNZIO. IL COMANDANTE E FIUME - Enrico Folisi

    D’ANNUNZIO. IL COMANDANTE E FIUME

    € 19,50

    I sedici mesi di D’Annunzio a Fiume vengono raccontati attraverso i reportage che mostrano le diverse anime della “città di vita”. Attorno al poeta si muovono tra regolamenti militari ed eccessi, arditi e futuristi, nazionalisti e internazionalisti, monarchici e repubblicani, conservatori e sindacalisti rivoluzionari. I discorsi del comandante si susseguono tra sfilate militari e feste, la stesura della Carta del Carnaro e l’organizzazione della Lega di Fiume. Per saperne di più
  2. Enrico Serventi Longhi - IL FARO DEL MONDO NUOVO

    IL FARO DEL MONDO NUOVO

    € 18,00

    A cent'anni dall'impresa di Gabriele D'Annunzio, l'occupazione di Fiume attrae ancora l'attenzione di appassionati e lettori. Questo è il racconto, basato su documenti inediti, di ufficiali e soldati che disertarono e iniziarono un’impresa che occupa un posto centrale nella storia del Novecento e fu capace di influenzare in modo decisivo la mentalità di larghi strati dell'inquieta società italiana del dopoguerra. Questa è la ricostruzione dei rapporti dei legionari con le correnti politiche e culturali europee (fascismo, nazionalismo, socialismo, liberalismo, massoneria) e della genesi della Carta del Carnaro, testo costituzionale straordinario, innovativo e non sempre del tutto compreso. Per saperne di più
  3. LA GUERRA DI D'ANNUNZIO - Vittorio Martinelli

    LA GUERRA DI D'ANNUNZIO

    € 18,50

    Se nel 1915 qualcuno avesse ipotizzato che il grande poeta e dandy italiano sarebbe diventato un eroe di guerra, non sarebbe stato preso in considerazione da nessuno. Che un famoso quanto raffinato poeta e scrittore vissuto al centro della belle époque, un intellettuale conteso dai salotti della Ville lumière, decida a cinquantadue anni di diventare soldato, compia audaci azioni aereonautiche e navali - come penetrare di notte un munitissimo porto nemico -, diventi il simbolo dell'irredentismo e venga "eletto" generale, comandante-trascinatore di un esercito, è un evento non riscontrabile nella storia di altre nazioni. Del d'Annunzio tombeur des femmes esistono vaste documentazioni, ma del poeta che vive il cameratismo e l'amicizia forgiata nell'azione rischiosa non esistono altrettanti libri. Eppure un poeta che trascini un'esercito con l'esempio di azioni temerarie non è un personaggio da confinare in comuni etichette ideologiche. Viene infatti da pensare che se il "grande romanzo italiano" è un romanzo non scritto, la vita romantica avventurosa tormentata e visionaria di Gabriele d'Annunzio è il grande romanzo italiano. Per saperne di più

3 Articolo(i)

per pagina

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente