Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Corpi d'arma

Articoli da 1 a 6 di 40 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. ARDITI, CAVALIERI E FANTI NELL’EPOPEA DELLA BATTAGLIA DEL SOLSTIZIO - Giacomo Bollini, Paolo Gaspari

    ARDITI, CAVALIERI E FANTI NELL’EPOPEA DELLA BATTAGLIA DEL SOLSTIZIO

    € 13,50

    Le descrizioni della battaglia del giugno 1918 risalgono a sessanta anni fa. Questo è il libro che racconta la battaglia del Solstizio per il lettore di oggi, con aneddoti, personaggi e mappe che lo rendono semplice e “narrato” come la sceneggiatura di un film. Per saperne di più
  2. Lorenzo Cadeddu - LA SASSARI A MONTE ZEBIO, La decimazione nella brigata Sassari da Un anno sull’Altipiano a realtà storica

    LA SASSARI A MONTE ZEBIO

    € 10,00

    Un anno sull’Altipiano di Emilio Lussu è il libro di guerra più letto nelle scuole italiane e Uomini contro di Francesco Rosi è uno dei film più crudi sulla Grande Guerra: nessuno dei due racconta tuttavia il momento cruciale della decimazione avvenuta sullo Zebio.

    Partendo dai carteggi, dall’inchiesta e dal processo, l’autore racconta ciò che effettivamente accadde e chi furono gli attori storici di quel 10 giugno 1917 sull’Altopiano di Asiago.

    Per saperne di più
  3. GUIDO BERGAMO L’EROE NASCOSTO - L’etica dell’alpino più decorato della Grande Guerra

    GUIDO BERGAMO L’EROE NASCOSTO

    € 17,50

    Le imprese militari e civili di questo ventiquattrenne studente, capitano (per merito) del battaglione , composto da friulani e veneti, sono raccontate anche con un enorme apparato di foto, mappe e schizzi. Guido Bergamo, di Montebelluna (Treviso), repubblicano, interventista democratico, studente di medicina, è, con le sue 4 medaglie d’argento e 4 croci al valor militare, l’alpino più decorato. Fu uno dei designati al trasporto a spalla del Soldato Ignoto all’Altare della patria nel 1921. Fondatore di leghe contadine e di cooperative, leader dei repubblicani sociali del trevigiano, medico dei poveri. Nel 1926, dopo l’esilio e la forzata rinuncia alla politica, divenne un luminare della ricerca sulle patologie polmonari e tisiche e morì proprio in seguito alle dosi di radium assorbito nelle sue ricerche. Per saperne di più
  4. MEMORIE DI UN ARDITO - Dante Alfonso Mazzucato

    MEMORIE DI UN ARDITO

    € 18,00

    «Il libro che fa tabula rasa dei pregiudizi sugli arditi. Uno dei diari più belli, paragonabile a quelli di Lussu, di Salsa o di Soffici». Il diario inedito di un ardito è già di per sé un evento editoriale assai raro. Quando poi l’autore è un contadino padovano, molto religioso, che, diciannovenne, è tra i primi arditi del 1917 e che, combattimento dopo combattimento, arriva vivo alla fine della guerra, il fatto è “unico”. Anche perché Mazzucato scrive bene, ha cioè il dono, che manca a molti scrittori di professione, di descrivere intrecci e personaggi con grande leggerezza. Per saperne di più
  5. I FANTI DEL LITORALE AUSTRIACO SUL FRONTE ORIENTALE 1914-1918 - Roberto Todero

    I FANTI DEL LITORALE AUSTRIACO SUL FRONTE ORIENTALE 1914-1918

    € 16,00

    Nel 1914 iniziò quella guerra mondiale di cui Walter Schwarz scrisse: “l’esercito austro-ungarico, partì verso la sua ultima guerra e non tornò mai più indietro: non ci fu più alcuna patria”. Parole amare che illustrano il destino dei reduci dell’esercito imperiale, imprigionati, mal accolti nelle nuove piccole patrie nazionali, costretti a celare il proprio passato militare per tornare a vivere in un mondo nuovo, diverso, privo di tutte quelle connotazioni che magistralmente Claudio Magris riassume nella sua opera Il mito absburgico: “il disincanto è necessario per far balenare un incanto autentico, non retorico né posticcio”, e questo è quanto si propone Roberto Todero in questo volume tutto dedicato alle esperienze di guerra dell’imperiale e regio reggimento di fanteria del Litorale e della Carniola Freiherr von Waldstätten Nr. 97 e di altre unità ancora, raccontate con le parole di chi c’era. Per saperne di più
  6. Claudia De Marco - IL MITO DEGLI ALPINI

    IL MITO DEGLI ALPINI

    € 15,00

    Presentazione di Cesare Di Dato, Prefazione di Mario Isnenghi Il mito degli Alpini si è concretizzato con lo scorrere del tempo come uno dei miti fondanti dell'Italia unita. Dalla conquista del Montenero ai massacri dell'Ortigara, si identificano i luoghi, le circostanze e i personaggi del costituirsi della vera e propria epopea degli Alpini. In questo viaggio della e nella memoria l'Alpino-tipo si concretizza e si racconta non come un qualunque contadino-soldato pieno di disciplina, passività e rassegnazione, anzi un buon montanaro e un buon alpino sono pieni di intraprendenza, sanno arrangiarsi in qualunque circostanza, sono dei cento-mestieri allevati dalla vita ad affrontare le situazioni e a cavarsela. Questi risvolti comportamentali danno origine a tutta un'aneddotica, un colore e anche a una letteratura che mostra come si alimenti il mito che intanto vien formandosi di questo soldato e uomo del popolo in divisa, fante, ma fante con la penna assolutamente speciale e con una sua pronunciata identità. Essi funzionano da sfogo e valvole di sicurezza, nella quotidianità colorita di una cronaca fitta di fiaschi di vino e di muli, salva però sempre l'adesione profonda a un mondo intimamente rispettoso dell'ordine e delle gerarchie 'naturali'. Espressione di una disciplina sociale diversa e civilmente superiore rispetto alla disciplina cieca imposta d'autorità sui piazzali delle caserme, ma soprattutto al rinnovamento di un patto della memoria, degli affetti: un inno alla giovinezza e all'ingenuità perduta per sempre nella morsa della Grande Guerra. Per saperne di più

Articoli da 1 a 6 di 40 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }