Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Collezionismo

Articoli da 13 a 18 di 24 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. I PALLONI DELLA GUERRA, STORIA ED EVOLUZIONE DEI MEZZI DI VOLO DALLA GRANDE GUERRA AL 1930 - Giuseppe Magrin

    I PALLONI DELLA GUERRA, STORIA ED EVOLUZIONE DEI MEZZI DI VOLO DALLA GRANDE GUERRA AL 1930

    € 16,50

    Le imprese aereonautiche e l’impiego tattico dei mezzi aerostatici è trattato con i particolari tecnico-costruttivi e una quantità di dati e fotografie inedite. Per saperne di più
  2. Le armi di una vittoria

    LE ARMI DI UNA VITTORIA - Vol.2

    € 25,00

    Dal Sommario: Mitragliatrici: Mitragliatrice pesante Fiat 1914 Mitragliatrice S.I.A. Mod. 1918 Mitragliatrice Gardner a 2 canne cal. 10,35 Mod. 86 Mitragliatrice Perino cal. 6,5 Mitragliatrice Maxim Mod. 1906 e 1908 cal. 6,5 Mitragliatrice Vickers Mod. 911 cal. 6,5 Mitragliatrice Colt Mod. 14 cal. 6,5 Mitragliatrice 907 F cal. 8 (907 I cal. 6,5) Mitragliatrice Chauchat (C.R.S.G. Mod. 15) cal. 8 Mitragliatrice Vickers cal. 7,7 Mitragliatrice Lewis cal. 7,7 Mitragliatrice Hotchkiss cal. 8 Mod.14, Mitragliatrice Madsen Mod. 1903 Mitragliatrice 08/15 Pistole mitragliatrici e moschetti automatici: Pistola mitragliatrice Villar Perosa Pistola mitragliatrice “Fiat” Modello 1915 Moschetto mitragliatore Mod. 1915 Cannoni da fanteria Cannoncino da 37 F. Per saperne di più
  3. LE_ARMI_DI_UNA VITTORIA1

    LE ARMI DI UNA VITTORIA - Vol.1

    € 25,00

    Prefazione di Paolo Gaspari Appendici di Filippo Cappellano A tutt’oggi non esisteva un lavoro dedicato esclusivamente all’armamento delle truppe italiane che potesse riassumere l’entità dello sforzo bellico italiano nei quattro anni della Grande Guerra. Manca persino nella Relazione Ufficiale edita a partire dagli anni ’20 dall’Ufficio Storico dell’Esercito. Nicola Pignato, in queste pagine, frutto di lunga e laboriosa ricerca, spera di essere riuscito nell’intento di ricostruire con dovizia di particolari, tale evoluzione, un processo che portò gradualmente la massa del nostro Esercito, inizialmente dotata del solo fucile e baionetta a disporre, nelle proprie unità tattiche elementari, di tutta una gamma di micidiali ordigni bellici, dalla mitragliatrice alle bombe a mano dai mortai ai lanciafiamme, mettendola alla fine in grado di competere positivamente con i più potenti eserciti del mondo. Per saperne di più
  4. IL RACCONTO DELLE CARTOLINE IMPERIAL REGIE

    IL RACCONTO DELLE CARTOLINE IMPERIAL REGIE

    € 18,00

    Centinaia di cartoline dell'impero austro-ungarico rappresentano il modo d'essere di quel mondo di ieri da cui si sono formate le nazioni di mezza Europa. Divise dall'Autore in "stanze", le cartoline divengono così il racconto visivo dell'atmosfera di quel mondo: cartoline con la schietta semplicità di un ambiente famigliare, borghese. Tedesco ma famigliare, con quello che Zweig chiama "l'odore umidiccio, muffoso, caratteristico di quella casa come di tutti gli uffici pubblici austriaci, quell'odore che gli austriaci chiamavano "erariale", una puzza di stanze troppo riscaldate, troppo affollate, mai bene arieggiate, che compenetrava prima le vesti e poi anche le anime". Le schede delle copertine contengono i dati sugli artisti, sugli stampatori e sull'argomento così da consentire al collezionista la più precisa catalogazione. Per saperne di più
  5. ANDARE CONTRO I CARRI ARMATI

    ANDARE CONTRO I CARRI ARMATI

    € 29,00

    Il volume, che si concentra su tutto quanto si è fatto in Italia fino al 1945, esamina anche il problema nella sua interezza (tecnica dei materiali, ostacoli passivi, tattica, organica, ordinamento, impiego in combattimento), mettendo in rilievo sia la sottovalutazione della difesa anticarro fino alla metà degli anni Trenta, sia i successivi errori di valutazione che hanno portato a inconcepibili ritardi nella soluzione di tutte le problematiche ad esse correlate. Per saperne di più
  6. CARA MAMMA TI SCRIVO

    CARA MAMMA TI SCRIVO

    € 14,00

    Prefazione di Roberto Todero Pochi lo sanno, ma una delle necessità irrinunciabili del fante italiano fu comunicare per posta con i suoi familiari. La scrittura divenne all'improvviso l'unico linguaggio degli affetti, l'unico legame con un universo emotivo lontanissimo, non solo per lo spazio, ma anche per il vissuto, per il tempo. Un popolo che solo raramente era uscito dal cascinale, dal villaggio, si trova catapultato in una bolgia infernale piena di agguati, pericoli, sofferenze e limitazioni, con un addestramento molto sbrigativo. Dal 1915 al 1918 si muovono complessivamente tre miliardi e quattrocentomila corrispondenze! Il popolo italiano impara a scrivere, e a leggere. La cartolina postale diventa uno dei maggiori strumenti di comunicazione e di propaganda patriottica, ma anche di creazione grafica sia di disegnatori poco noti sia di artisti come Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Michele Cascella, Gino Severini, Umberto Boccioni, Mario Sironi e Anselmo Bucci, per citarne solo alcuni. E dall'altra parte del fronte i Kriegsmaler, pittori organizzati all'interno del Kriegspressquartier. Artisti celebri quali Egon Schiele, Oskar Kokoschka, ma anche pittori soldati quali Hans Bertie o il tirolese Albin Egger-Lienz. Rimane solo d'andare in soffitta a recuperare così un pezzo della propria storia familiare. Per saperne di più

Articoli da 13 a 18 di 24 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }