Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Caporetto

Articoli da 25 a 30 di 40 totali

per pagina
Pagina:
  1. 3
  2. 4
  3. 5
  4. 6
  5. 7

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. DAL FRONTE DEL TAGLIAMENTO AL FRONTE DEL PIAVE

    DAL FRONTE DEL TAGLIAMENTO AL FRONTE DEL PIAVE

    € 12,00

    Con i suoi 15.165 morti per causa bellica - pari al 21,7% della popolazione, oltre ai 5.000 mutilati - il Friuli fu la regione italiana che pagò il più alto prezzo della guerra. La memoria storica assai diffusa ancor oggi per quelle vicende è anche legata alle 11 medaglie d'oro, alle 804 d'argento e alle 1.512 di bronzo che i friulani meritarono sul campo di battaglia. La coscienza storica che permea la cultura in Friuli e che caratterizza anche l'elevato grado di etica civile dei friulani è stata quindi generata anche da un fatto così infausto come la Grande Guerra e questo patrimonio di consapevolezza di sé può essere conservato proprio attraverso la continua ricerca storica di quella guerra. Le foto dell'archivio Cordenos illustrano i Diari, i memoriali, gli avvenimenti e i personaggi dal brillamento, prematuro dei ponti della Delizia sul Tagliamento ai saccheggi,alle fucilazioni agli stupri e alle requisizioni dell'occupazione austro-tedesca in una zona che aveva l'illusione di essere al sicuro dalla guerra. Per saperne di più
  2. ESERCITO E POPOLAZIONI NELLA GRANDE GUERRA

    ESERCITO E POPOLAZIONI NELLA GRANDE GUERRA

    € 12,00

    A cura di Alberto Monticone e Paolo Scandaletti Quanta storia possono raccontarci ancora Caporetto e le giornate dell'autunno 1917? Cosa succede se si rilegge la Grande Guerra, partendo dai più recenti documenti ritrovati, se ci si confronta con la storicistica slovena, se si analizza la propaganda dell'epoca, se si aprono gli archivi dell'Esercito Italiano? Esercito e popolazioni nella Grande Guerra non pretende di dare risposte conclusive su questi temi. Ma riesce sicuramente a stimolare domande, a creare suggestioni, a far sorgere interrogativi. In questo volume sono raccolti i saggi dei più importanti studiosi sul tema, per conoscere meglio e più a fondo cosa è veramente stato Caporetto e le sue conseguenze, cosa può diventare grazie ai recenti recuperi di vestigia operati sulle Alpi Giulie. Con un contributo poetico e appassionato di una delle migliori penne della narrativa italiana contemporanea: Alessandro Baricco. Per saperne di più
  3. FUCILATE I FANTI DELLA CATANZARO. LA FINE DELLA LEGGENDA SULLE DECIMAZIONI DELLA GRANDE GUERRA.

    FUCILATE I FANTI DELLA CATANZARO. LA FINE DELLA LEGGENDA SULLE DECIMAZIONI DELLA GRANDE GUERRA.

    € 18,00

    Per la prima volta viene ricostruita la più grande rivolta italiana nella Grande Guerra, quella di Santa Maria La Longa nella notte tra il 15-16 luglio 1917 e quella del 1916 sul Monte Mosciagh. Rivolte che portarono a decimazioni che generarono una leggenda. Frutto di una pluriennale ricerca d'archivio questo libro copre una lacuna storiografica su uno degli episodi più crudeli della guerra. Gli autori sono fra i maggiori storici della Grande Guerra, tra i loro libri: Francesco Baracca una vita al volo (1999), e le Fucilazioni sommarie nella prima guerra mondiale (2005). Per saperne di più
  4. GENERALI SENZA MANOVRA LA BATTAGLIA DI PRADIS DI CLAUZETTO NEL RACCONTO DEGLI UFFICIALI ITALIANI

    GENERALI SENZA MANOVRA

    € 18,00

    Generali provenienti dalla nobiltà e dalla gavetta, colonnelli comandanti di tanti assalti e rudi ufficiali subalterni raccontano una battaglia che contrappose 2 divisioni del Corpo d'Armata della Carnia in ritirata contro la Jäger Division tedesca, fornita di armi automatiche e addestrata per combattere una nuova guerra di manovra, in quella che fu una delle maggiori battaglie di manovra sul fronte italiano. Per saperne di più
  5. GENERALI NELLA NEBBIA

    GENERALI NELLA NEBBIA

    € 14,80

    In appendice l'itinerario storico di Carlo Emilio Gadda sul Krasji. Il 24 ottobre 1917 fu una giornata nera per l'esercito italiano, ma da ciò passare a considerare i generali comandanti di reparti in linea a Caporetto come degli incapaci è solo una polemica grossolana che si pone fuori dal campo storico. La realtà storica che emerge dall'analisi di oltre 13.000 memoriali degli ufficiali italiani fatti prigionieri ha permesso di analizzare a fondo gli avvenimenti e di precisare finalmente il ruolo e il comportamento dei generali. Per saperne di più
  6. RICORDI DI GUERRA - Michele Gabrielli

    RICORDI DI GUERRA

    € 14,00

    Prefazione di Nicola Persegati "L'ordine era esplicito... però incompleto! E la situazione generale qual'era? Chi avevo ai fianchi? Chi a tergo? [...] Appena la compagnia fosse a posto, scattare all'assalto alla barionetta. Io, sarei uscito il primo per dare il segnale". Raccomandai agli ufficiali di non muoversi fino a quando l'ultimo soldato non avesse scavalcato il parapetto. Mi portai all'estrema sinistra della compagnia, e iniziai nel camminamento il movimento di discesa. [...] Quando giunsi alla base della montagnola sulla quale fino allora ero stato, uno spettacolo terrificante si parò ai miei occhi. Il camminamento era seminato di morti. Per terra, alcuni accovacciati, altri addossati ancora alle pareti del camminamento, gialli in volto, rattrappiti, con gli occhi sbarrati. Qualcuno anche col cranio fracassato dalle mazze ferrate, che per la prima volta in quella occasione avevano usato gli austriaci. Dio! Che spettacolo orribile! Non avevo mai visto tanti morti! Si doveva calpestarli per passare. C'erano anche parecchi austriaci morti anche loro di gas. Erano venuti troppo presto all'assalto, mentre ancora le nostre trincee e i camminamenti erano invasi dai gas, e vi avevano trovato la morte..." Per saperne di più

Articoli da 25 a 30 di 40 totali

per pagina
Pagina:
  1. 3
  2. 4
  3. 5
  4. 6
  5. 7

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
'); }); var count = 0; function onloadCallback() { jQuery('.g-recaptcha-form button,input[type="button"],input[type="submit"]').each(function() { count++; var object = jQuery(this); var currentId = "newsletter"+"-"+count.toString(); object.attr("id", currentId); grecaptcha.render(object.attr("id"), { "sitekey" : "6LeOhk0UAAAAACEU8fhHgz-hYMIP_7URjM_FLuPq", "callback" : function(token) { object.parents('form').find(".g-recaptcha").val(token); object.parents('form').submit(); } }); }); }