Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Armamenti

Articoli da 1 a 6 di 7 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. L'inferno nelle trincee - Filippo Cappellano, Marco Montagnani

    L'INFERNO NELLE TRINCEE

    € 29,00

    Oltre che i principali combattimenti dei flammieri italiani, questo libro analizza il funzionamento degli apparecchi e riporta il racconto degli ufficiali, attraverso schede dei vari tipi di lanciafiamme e approfondisce le tattiche d'azione con mappe a colori della posizione dei reparti lanciafiamme nelle varie battaglie. Il libro definitivo sulle specialità che fu di Curzio Malaparte e di Paolo Caccia Dominioni.

    Per saperne di più
  2. L’ARTIGLIERIA DA TRINCEA AUSTRO UNGARICA E GERMANICA - Vol.2 - Bruno Marcuzzo, Filippo Cappellano

    L’ARTIGLIERIA DA TRINCEA AUSTRO UNGARICA E GERMANICA - Vol.2

    € 25,00

    Un volume indispensabile per studiosi, collezionisti, esperti di militaria e soprattutto per storici. Tecnica, munizionamento e industria bellica alla prova dell’uso in prima linea per l’appoggio della fanteria e delle squadre d’assalto. Per saperne di più
  3. AUTOMITRAGLIATRICI BLINDATE E MOTOMITRAGLIATRICI NELLA GRANDE GUERRA - Le armi di una vittoria - Vol.3 - Nicola Pignato

    AUTOMITRAGLIATRICI BLINDATE E MOTOMITRAGLIATRICI NELLA GRANDE GUERRA

    € 25,00

    Com'è noto, nel 1914-1918 l'Esercito italiano non potè inviare al fronte, per le limitate possibilità industriali e per la scarsa collaborazione da parte degli Alleati, i "tanks" che erano apparsi nelle Fiandre dal settembre 1916. Tuttavia, il Comando Supremo riuscì a schierare un piccolo nucleo di automitragliatrici blindate, che giunsero sull'Isonzo tra il 1915 ed il 1916. Altre se ne approntarono nel tardo 1917, ma fu solo dopo la ritirata sul Piave, esse vennero utilizzate in forze sia nel contrastare l'offensiva austriaca di giugno, sia a Vittorio Veneto. Questo III volume, come i precedenti riccamente illustrato, ne ripercorre la travagliata storia, insieme con quella brevissima dei reparti motomitragliatrici creati nell'estate dello stesso 1918. L'autore, dopo essersi soffermato sugli sviluppi tecnici della macchina Ansaldo, ricorda anche gli studi e i brevetti di numerosi inventori. Per saperne di più
  4. L’ARTIGLIERIA DA TRINCEA AUSTRO UNGARICA E GERMANICA - Vol.1 - Bruno Marcuzzo, Filippo Cappellano

    L’ARTIGLIERIA DA TRINCEA AUSTRO UNGARICA E GERMANICA - Vol.1

    € 25,00

    Un volume indispensabile per studiosi, collezionisti, esperti di militaria e soprattutto per storici. Tecnica, munizionamento e industria bellica alla prova dell’uso in prima linea per l’appoggio della fanteria e delle squadre d’assalto. Per saperne di più
  5. Le armi di una vittoria

    LE ARMI DI UNA VITTORIA - Vol.2

    € 25,00

    Dal Sommario: Mitragliatrici: Mitragliatrice pesante Fiat 1914 Mitragliatrice S.I.A. Mod. 1918 Mitragliatrice Gardner a 2 canne cal. 10,35 Mod. 86 Mitragliatrice Perino cal. 6,5 Mitragliatrice Maxim Mod. 1906 e 1908 cal. 6,5 Mitragliatrice Vickers Mod. 911 cal. 6,5 Mitragliatrice Colt Mod. 14 cal. 6,5 Mitragliatrice 907 F cal. 8 (907 I cal. 6,5) Mitragliatrice Chauchat (C.R.S.G. Mod. 15) cal. 8 Mitragliatrice Vickers cal. 7,7 Mitragliatrice Lewis cal. 7,7 Mitragliatrice Hotchkiss cal. 8 Mod.14, Mitragliatrice Madsen Mod. 1903 Mitragliatrice 08/15 Pistole mitragliatrici e moschetti automatici: Pistola mitragliatrice Villar Perosa Pistola mitragliatrice “Fiat” Modello 1915 Moschetto mitragliatore Mod. 1915 Cannoni da fanteria Cannoncino da 37 F. Per saperne di più
  6. LE_ARMI_DI_UNA VITTORIA1

    LE ARMI DI UNA VITTORIA - Vol.1

    € 25,00

    Prefazione di Paolo Gaspari Appendici di Filippo Cappellano A tutt’oggi non esisteva un lavoro dedicato esclusivamente all’armamento delle truppe italiane che potesse riassumere l’entità dello sforzo bellico italiano nei quattro anni della Grande Guerra. Manca persino nella Relazione Ufficiale edita a partire dagli anni ’20 dall’Ufficio Storico dell’Esercito. Nicola Pignato, in queste pagine, frutto di lunga e laboriosa ricerca, spera di essere riuscito nell’intento di ricostruire con dovizia di particolari, tale evoluzione, un processo che portò gradualmente la massa del nostro Esercito, inizialmente dotata del solo fucile e baionetta a disporre, nelle proprie unità tattiche elementari, di tutta una gamma di micidiali ordigni bellici, dalla mitragliatrice alle bombe a mano dai mortai ai lanciafiamme, mettendola alla fine in grado di competere positivamente con i più potenti eserciti del mondo. Per saperne di più

Articoli da 1 a 6 di 7 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente