Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Iscriviti ai Feed RSS

Grande Guerra

Articoli da 7 a 12 di 317 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. FUCILATI SENZA UN PROCESSO, Il “Memoriale Tommasi” sulle esecuzioni sommarie nella Grande Guerra

    FUCILATI SENZA UN PROCESSO

    Prezzo di listino: € 24,00

    Prezzo speciale: € 19,20

    L’avvocato generale militare Donato Tommasi compilò nel 1919 il Memoriale sulle esecuzioni sommarie che è a tutt’oggi il testo base per conoscere tutti gli episodi e i nomi dei fucilati senza processo. Trovato dagli autori in un archivio in busta sigillata con la ceralacca con la prescrizione dall’onorevole Luigi Gasparotto: “Da aprire con l’autorizzazione del donatore se è in vita, o del Comune di Milano”, il Memoriale Tommasi, se pubblicato nel 1919, avrebbe chiuso la “leggenda nera” che identificava i soldati e i giovani ufficiali inferiori con delle giovani fiere condotte al macello da una banda di generali anziani, fisicamente decadenti e incapaci. Con i nomi, le tabelle e i dati specifici, è il volume definitivo sulle fucilazioni sommarie della Grande Guerra. Per saperne di più
  2. ITALIANI IN DIVISA AUSTRO-UNGARICA - Michele Facconi

    ITALIANI IN DIVISA AUSTRO-UNGARICA

    Prezzo di listino: € 18,00

    Prezzo speciale: € 14,40

    Dei 100.000 italiani che combatterono con la divisa austro-ungarica 30.000 furono fatti prigionieri; tra di essi Augusto De Gasperi, fratello di Alcide, ufficiale del 3° Kaiserjäger, medaglia d’oro. Spicca la storia del maggiore dei carabinieri Cosma Manera che riuscì a riportare salvi a casa dall’altro capo del mondo decine di migliaia di italiani. Un inaspettato saggio storico di avventure e drammi umani.

    Leggi la recensione su:

    Per saperne di più
  3. Domenico Siciliani - DENTRO IL COMANDO SUPREMO

    DENTRO IL COMANDO SUPREMO

    Prezzo di listino: € 19,50

    Prezzo speciale: € 15,60

    Il diario inedito dell’autore del Bollettino della Vittoria con cui si annuncia l’armistizio di Villa Giusti e la resa dell’impero austro-ungarico. Il generale Siciliani fu l’autore del famoso Bollettino della Vittoria che campeggia sulle facciate di tutti i comuni italiani. Il suo racconto della vita al Comando Supremo e poi tra i massimi vertici dell’esercito è tranchant e sorprenderà il lettore all’oscuro della vita negli alti comandi nella Grande Guerra e in Libia. Una lettura avvincente, piena di sorprese sulle debolezze e gusti dell’élite militare e politica. Per saperne di più
  4. LIBERATI DALLA GUERRA La pace e la rinascita del Friuli (1918-1919) - Enrico Folisi

    LIBERATI DALLA GUERRA

    Prezzo di listino: € 16,50

    Prezzo speciale: € 13,20

    Il libro è soprattutto un percorso di immagini nel quale, attraverso rari reportage e testimonianze dei protagonisti, il visitatore viene guidato a rivivere le vicende drammatiche che vanno dall’anno d’occupazione e di profuganza alla liberazione, dalla ricostruzione materiale alla rinascita morale della società friulana. I principali argomenti trattati sono: la resistenza al Piave e la ricostituzione dell’esercito dopo Caporetto; l’occupazione del Friuli e lo sfruttamento del territorio e della popolazione da parte degli austro-tedeschi; i profughi friulani e il rapporto con le altre regioni italiane e con le istituzioni nazionali; la liberazione del Friuli dalla guerra da parte dell’esercito italiano; la pace; i danni di guerra, la ricostruzione del territorio e la lenta rinascita economica; la violenza sulle donne, la ricostruzione morale e i “nati della guerra” e il mito della Grande Guerra. Per saperne di più
  5. Stanislav Dekleva, UN UFFICIALE ASBURGICO TRA FEDELTÀ E PATRIA SLOVENA

    UN UFFICIALE ASBURGICO TRA FEDELTÀ E PATRIA SLOVENA

    Prezzo di listino: € 19,00

    Prezzo speciale: € 15,20

    Il memoriale inedito dell’ufficiale austriaco di lingua slovena Stanislav Dekleva non è solo uno dei tanti diari di guerra. È bensì un racconto avvincente che vede il suo protagonista spostarsi dalla Galizia al ghiacciaio della Marmolada, nel corso di tutta la Grande Guerra, rivelando intuizioni geniali e brillanti azioni. È lui che “inventa” i famosi tunnel di ghiaccio che rendono gli spostamenti veloci e imprevisti tra seracchi e posizioni di prima linea. Questa ricerca racconta anche il difficile dopoguerra vissuto da antifascista sloveno culminato nell’eccidio di Opicina in cui perse la vita. Per saperne di più
  6. Paolo Gaspari - PRETI IN BATTAGLIA - Vol.2

    PRETI IN BATTAGLIA - Vol.2

    Prezzo di listino: € 20,00

    Prezzo speciale: € 16,00

    “Spesso si pensa che lo stato di vita sacerdotale sottragga dalla storia. Si ritiene che servire Dio nella Sua Chiesa significhi, in qualche modo, deresponsabilizzarsi rispetto alle problematiche del mondo attuale. Si pensa ai sacerdoti come uomini da sacrestia, ai religiosi come esseri chiusi in un convento, ai contemplativi come persone avulse dalla società, isolate dal mondo, concentrate su uno spiritualismo lontano dall’umanità...”, scrive monsignor Santo Marcianò nella Prefazione, nella Grande Guerra accadde infatti che questi giovani cappellani militari diventarono uno degli elementi fondamentali sia per la coesione del reparto, e quindi per la sua sopravvivenza, che per la vittoria finale. La coesione di un reparto, base di qualsiasi successo nonché di sopravvivenza in situazioni estreme, dipendeva da un complesso di fattori, il più importante dei quali era senz’altro l’aggregazione di gruppo, a più livelli, che dal piccolo gruppo informale sale a una identificazione nel battaglione o nel reggimento e, come sottolinea Giorgio Rochat, “con un certo grado di provocazione, si può dire che un esercito per funzionare ha bisogno di amore, non come sesso, ma come capacità di rapporti umani intensi e affettivi tra eguali, ma anche tra superiori e inferiori”. Questa considerazione di Rochat sui sentimenti di amore, di amicizia. di condivisione profonda generata tra rapporti umani intensi tra eguali e tra superiori e inferiori in situazioni così fuori dalla norma ed estreme come furono quelle della Grande Guerra, va messa in correlazione con il fatto che quella guerra rappresentò il momento epico in cui si formò per la prima volta l’amalgama tra classi borghesi e classi popolari. Ecco allora che il racconto di ciò che fece Annibale Carletti di Cremona, Pietro Robotti di Alessandria, Eugenio Robbiano di Tortona, Ettore Civati di Como, padre Arcangelo Monaco di Vico del Gargano, di Giovanni Folci di Varese, di Ernesto Pisacane di Caserta, Giovanni Mazzoni di Arezzo e Vittorio Maini di Pavia diventano altrettante manifestazioni di amore per il prossimo. La narrazione delle loro imprese e delle persone che ne beneficiarono sono punti di cristallizzazione o abbreviazione narrativa della memoria collettiva in cui la società italiana può riconoscere sé stessa e la propria storia. E la conoscenza di sé stessi è la struttura mentale che ci permette di superare le nuove sfide che la storia non lesinerà. Per saperne di più

Articoli da 7 a 12 di 317 totali

per pagina
Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente