COSA ACCADDE AL SASSO MISTERIOSO IN VAL TRAVENANZES LA NOTTE DEL 30 LUGLIO 1916

Due grandi testimonianze inedite

Augusto Baccon, Celso Trevisan

ISBN
88-7541-127-1
12,50 €
Disponibile
L'appellativo di Sasso Misterioso fu dato a quel grande masso spaccato ai piedi del Castelletto dopo l'azione degli alpini del Val Chisone del 27-28 settembre 1915. Gli austriaci lo chiamavano Gelspaltener Fels - o Sasso Spaccato - e, con il Sasso Triangolare, faceva parte del loro sistema difensivo della testata di Val Travenanzes. In Uomini contro montagne, Renzo Boccardi lo chiamò "vero rebus di pietra, il Sasso Misterioso dovette il nuovo battesimo alla paurosa fatalità che gli permise di frustrare non solo ogni nostro tentativo di forzamento ma di 'succhiare', se si può usare questo verbo da naja, i suoi assalitori come un gorgo misterioso che più non li restituiva.
Celso Trevisan (Vicenza 1893-1992), sottotenente, amico di Piero Pieri nella 77 a compagnia del battaglione Belluno tra il Lagazuoi e la Tofana di Rozes, fu testimone di un anno di guerra in Val Travenanzes. Augusto Baccon, piemontese, capitano, dal febbraio 1916 comandava la 78 a compagnia; nell'azione del 30 luglio comandava il Belluno nel trinceramento avanzato del Sasso Misterioso e presso la Glanzell Hütte.
pp. 160, 14 x 21 cm, illustrato; rilegato a filo refe.
Maggiori Informazioni
Autore Augusto Baccon, Celso Trevisan
Sottotitolo Due grandi testimonianze inedite
ISBN 88-7541-127-1
Video
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account