Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

della Grande Guerra

Articoli da 25 a 30 di 59 totali

per pagina
Pagina:
  1. 3
  2. 4
  3. 5
  4. 6
  5. 7

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. DUE ANNI DI GUERRA - Augusto Soramel

    DUE ANNI DI GUERRA

    € 14,00

    Il diario di guerra di Augusto Soramel, scritto a caldo subito dopo il congedo per invalidità a seguito del ferimento durante l’undicesima battaglia dell’Isonzo, si inserisce nel filone molto vasto di fonti memorialistiche sulla Grande Guerra. Dagli anni Ottanta del Novecento fino ad oggi, si è assistito a una continua proliferazione di pubblicazioni, studi settoriali,approfondimenti - anche molto interessanti-, su uniformi, armi e tecniche belliche,soprattutto grazie al contributo di numerosi appassionati. La presenza di tanti autori, spesso interessati agli aspetti più localistici del conflitto italo-austriaco, pone una sfida allo storico di mestiere che deve rispondere creativamente e intelligentemente. Deve cioè cogliere l’opportunità di integrare gli importanti filoni della ricerca storica sulla Grande Guerra con le conoscenze dei cultori della materia, deve individuare quegli aspetti che lo possano aiutare a parlare con cognizione di causa a proposito della guerra, dell’impostazione tattico-strategica delle operazioni militari e degli strumenti bellici utilizzati, nonché della geografia e topografia delle battaglie. Per saperne di più
  2. DALLE DOLOMITI ALLE ARGONNE

    DALLE DOLOMITI ALLE ARGONNE

    € 14,50

    Il diario scritto con la matita copiativa di un fante di Osimo che visse per due anni a Colle Santa Lucia, nelle Dolomiti, di fronte alla Marmolada e al Col di Lana, offre la sceneggiatura della guerra e dei rapporti che s’instaurarono tra i soldati italiani e la popolazione ladina. Un libro avvincente in cui si ritrova tutta la freschezza narrativa di un’esperienza avventurosa di un semplice fante. Per saperne di più
  3. ALLA MERCÈ DEI BARBARI

    ALLA MERCÈ DEI BARBARI

    € 16,50

    a cura di Gianfrancesco Cromaz G. B. Trombetta (1883-1953) nacque a Osoppo, fu parroco a Sant’Odorico di Flaibano e a Ronchis di Latisana. Piccolo di statura, acuto di mente e di forte personalità, scrisse il più importante diario sull’occupazione austro-ungarica del Friuli all’età di trentaquattro anni, pubblicandolo a Bagnacavallo. Questa edizione, curata da Gianfrancesco Cromaz, consente al lettore di capire – a distanza di 90 anni – i riferimenti a persone, gli avvenimenti e luoghi che risulterebbero ostici: ne emerge l’opera immane dei parroci friulani in difesa della popolazione dai soprusi degli invasori, solo 79 sacerdoti su 642 lasciarono il Friuli, e senza di loro molte donne, bambini e vecchi avrebbero incrementato il prezzo che quella guerra chiese. Per saperne di più
  4. ZAINO DI SANITÀ

    ZAINO DI SANITÀ

    € 18,00

    Prefazione di Paolo Gaspari Se con "I Tetti rossi: ricordi di un manicomio", vinse il Premio Viareggio nel 1931, con "Zaino di sanità" fornisce un testo di preziosa testimonianza sulla vita di un medico in prima linea, nella Dolina delle Caverne sul Carso. La sua presenza a Santa Maria la Longa nella notte in cui si svolge l’ammutinamento di alcuni reparti della Catanzaro con la conseguente decimazione è l’unica testimonianza di uno dei momenti più drammatici della Prima Guerra Mondiale. Il volume contiene saggi di Arnaldo Cherubini, Carlo Cordié e l’Itinerario Tumiati alla Dolina delle Cavernedi Paolo Pizzamus con la descrizione dei fatti d’arme. Per saperne di più
  5. LA GUERRA DI GADDA

    LA GUERRA DI GADDA

    € 14,50

    Il racconto della vita militare di Carlo Emilio Gadda, ingegnere milanese, uno dei più grandi scrittori italiani del Novecento che da questa esperienza di guerra dall’Altopiano di Asiago, al Monte Nero e in prigionia, affinò la conoscenza dei caratteri delle persone e di se stesso. Per saperne di più
  6. DAL FRONTE DEL TAGLIAMENTO AL FRONTE DEL PIAVE

    DAL FRONTE DEL TAGLIAMENTO AL FRONTE DEL PIAVE

    € 12,00

    Con i suoi 15.165 morti per causa bellica - pari al 21,7% della popolazione, oltre ai 5.000 mutilati - il Friuli fu la regione italiana che pagò il più alto prezzo della guerra. La memoria storica assai diffusa ancor oggi per quelle vicende è anche legata alle 11 medaglie d'oro, alle 804 d'argento e alle 1.512 di bronzo che i friulani meritarono sul campo di battaglia. La coscienza storica che permea la cultura in Friuli e che caratterizza anche l'elevato grado di etica civile dei friulani è stata quindi generata anche da un fatto così infausto come la Grande Guerra e questo patrimonio di consapevolezza di sé può essere conservato proprio attraverso la continua ricerca storica di quella guerra. Le foto dell'archivio Cordenos illustrano i Diari, i memoriali, gli avvenimenti e i personaggi dal brillamento, prematuro dei ponti della Delizia sul Tagliamento ai saccheggi,alle fucilazioni agli stupri e alle requisizioni dell'occupazione austro-tedesca in una zona che aveva l'illusione di essere al sicuro dalla guerra. Per saperne di più

Articoli da 25 a 30 di 59 totali

per pagina
Pagina:
  1. 3
  2. 4
  3. 5
  4. 6
  5. 7

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente