Il tuo Carrello è vuoto.

Skip to Main Content »

Il CERM (Centro Europeo di Ricerche Medievali) è una struttura integrata di promozione della ricerca, organizzazione di incontri scientifici e pubblicazione dei risultati (nelle collane Studi e Atti). L’ambito cronologico è il medioevo in tutta la sua estensione, l’area è l’intera Europa: sia con indagini molto localizzate, sia con studi su altre parti d’Italia e d’Europa. La tematica comprende la storia sociale, culturale, economica e politica, e in una collana (Strumenti) sono offerti materiali di natura didascalica e di interesse generale (geografia storica, metodi di edizione, strumenti informatici).

3 Articolo(i)

per pagina

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente
  1. STRUMENTI 01: PICCOLO ATLANTE DI STORIA MEDIEVALE, 249-1492- Paolo Cammarosano, Fabio Mezzone

    STRUMENTI 01: PICCOLO ATLANTE DI STORIA MEDIEVALE, 249-1492

    € 23,00

    Sullo sfondo cartografico costante dell’Europa e delle coste del Mediterraneo, trentotto sequenze a colori illustrano gli spostamenti dei popoli e le formazioni e le dissoluzioni di imperi, stati e regioni politiche dalla metà del III secolo dopo Cristo alla fine del XV.

    È uno strumento sintetico e di base per uno studio generale del Medioevo. Suggerisce una storia che segue il ritmo della vita umana e delle generazioni, e in ognuno di questi segmenti di tempo descrive gli avvenimenti e i mutamenti che si verificavano in ogni parte dello spazio europeo e mediterraneo.

    A questo link è consultabile l’indice del libro: Piccolo_Atlante_INDICE

    Per saperne di più
  2. STRUMENTI 02: STORIA E INFORMATICA. I DATABASE APPLICATI AI DOCUMENTI MEDIEVALI - Massimo Sbarbaro

    STRUMENTI 02: STORIA E INFORMATICA. I DATABASE APPLICATI AI DOCUMENTI MEDIEVALI

    € 26,00

    A partire dalla questione dei rapporti fra storia e informatica, e da una rassegna di alcune esperienze in questo campo, il libro suggerisce una nuova metodologia di indagine, con una attenzione specifica alla documentazione medievale. All’interno di questa è di particolare peso la produzione dei notai, sia per la sua immensa estensione quantitativa nel tardo medioevo sia per le difficoltà che pone alla realizzazione di un trattamento informatico che, salvaguardando l’integrità del testo, consenta nondimeno la gestione di migliaia di unità documentarie e il loro pieno utilizzo per la ricerca storica. Vengono messe così in luce le potenzialità del rapporto tra storia e informatica e in particolare la correlazione fra i documenti medievali ed i database, mostrando come alcune nuove metodologie possano far ottenere risultati fino ad ora solamente auspicabili. Per saperne di più
  3. STRUMENTI 03: L’EDIZIONE DEI DOCUMENTI MEDIEVALI - Paolo Cammarosano

    STRUMENTI 03: L’EDIZIONE DEI DOCUMENTI MEDIEVALI

    € 14,00

    Questa Guida Pratica è destinata a chi si avvicina per la prima volta alla lettura dei testi medievali di natura documentaria: diplomi in pergamena, atti notarili in registro, registri amministrativi, finanziari, giudiziari, insomma la maggioranza delle scritture che si trovano negli archivi. Un cenno veloce alla struttura complessiva della documentazione (Capitolo 1) è seguito da una empirica introduzione alle forme di scrittura e al sistema delle abbreviazioni (Capitolo 2). Il Capitolo 3 riassume i criteri fondamentali dell’edizione dei documenti, il Capitolo 4 illustra gli apparati essenziali di una buona edizione: descrizioni dei manoscritti, registri, indici. Per saperne di più

3 Articolo(i)

per pagina

Lista  Griglia 

Imposta ordine ascendente